Il 'Ritratto del conte di Bonneval' di Violante Siries e le turqueries dei Sansedoni

Di recente da una collezione privata è
emerso un 'Ritratto' del conte di Bonneval,1
personaggio singolare del
XVIII secolo, che riempì le cronache dell'epoca
per le sue gesta, e le cui biografie
vennero stampate a più riprese e diffuse in
tutta Europa. Il francese Claude Alexandre,
conte di Bonneval (1675-1747), originario
del Limousin e militare di carriera,
partecipò alle maggiori campagne di
guerra in Italia all'inizio del XVIII secolo,
ma divenne famoso per aver successivamente
abbracciato la religione islamica
ed aver prestato servizio nell'esercito ottomano
presso Ahmed III, sultano di Costantinopoli,
dove venne ribattezzato col
nome di Humbaracht Ahmet pasha. Nel
Settecento venne considerato un avventuriero
dal temperamento focoso, dedito a
sfrenatezze e vizi, oltraggioso nei confronti
del principe Eugenio di Savoia che
lo aveva fatto entrare nell'esercito imperiale
dopo il suo bando dalla Francia, e
che addirittura osò farsi circoncidere per
diventare un turco. Acquisì così una fama
pessima ma leggendaria, anche grazie al
fascino che l'Europa stava subendo dal
vicino oriente fin dal XVII secolo, con la
conseguente moda delle turcherie.
(per continuare a leggere acquista l'articolo)

Indice

Francesco Aceto Spazio ecclesiale e pale di "primitivi" in San Lorenzo Maggiore a Napoli: dal "San Ludovico" di Simone Martini al "San Girolamo" di Colantonio. II
vai all'articolo » pp. 2-61
Gianluca Amato I "Crocifissi" lignei di Giuliano, Antonio e Francesco da Sangallo
vai all'articolo » pp. 62-123
Fernando Gilotta Un nuovo cratere del Pittore Fould
vai all'articolo » pp. 124-125
Jacometto Veneziano e gli umanisti. Proposta per il 'Ritratto di Luca Pacioli e di Guidubaldo da Montefeltro' del Museo di Capodimonte
vai all'articolo » pp. 126-149
'Ritratti' veneziani per Jacometto, Marco Basaiti e Andrea Previtali
vai all'articolo » pp. 150-158
Leonardo da Vinci nel Castello Sforzesco di Milano: una citazione di Luca Pacioli per la “Sala delle Asse” ovvero la “camera dei moroni”
vai all'articolo » pp. 159-166
Alessandra Pattanaro Un 'Ritratto d'uomo' di Girolamo da Carpi da casa Spreti in Ravenna
vai all'articolo » pp. 167-172
Stefano L'Occaso Lattanzio Gambara a Maguzzano
vai all'articolo » pp. 173-177
Elena Rame Un disegno di Lattanzio Gambara per il 'Martirio di Santo Stefano' a Vimercate
vai all'articolo » pp. 178-179
Gennaro De Luca Novità sul “gentil huomo famoso pittore” Giovanni Maria Morandi
vai all'articolo » pp. 180-191
Fabio Sottili Il 'Ritratto del conte di Bonneval' di Violante Siries e le turqueries dei Sansedoni
vai all'articolo » 192-197