"In mano di Mario". Notizie inedite e nuovi argomenti per Ambrogio Lorenzetti e gli orafi senesi del Trecento

Il registro Lira 389 dell'Archivio di Stato di Siena – già indagato da William Bowsky – è un libro contabile redatto in volgare dove sono riportate le restituzioni eseguite da parte del Comune senese di prestiti ricevuti da persone, associazioni o enti diversi. Se l'oggetto sostanziale e comune delle voci emerge a una prima ricognizione, meno facile risulta intenderne appieno i dettagli. La finalità pratica del volume, infatti, trova forma in una concisione testuale che, unita ad alcune ambiguità sintattiche, generano più di un'incertezza su prassi e cronologia delle operazioni, e talvolta sul ruolo degli attori. Mancano del tutto, poi, indicazioni sulla natura del prestito, se forzoso o volontario, e sui saggi d'interesse.

(per continuare a leggere acquista l'articolo)

Indice

Monica De Cesare Dioscuri spartani, Dioscuri beotici: alcune testimonianze iconografiche
vai all'articolo » Pag. 2-11
Max Seidl Picasso e la 'O' di Giotto
vai all'articolo » Pag. 12-99
"La donna fo tutta turbata / (la raina incoronata!)": le laudi mariane tardo-duecenteshe e gli affreschi di Ambrogio Lorenzetti a Montesiepi
vai all'articolo » Pag.100-103
Giampaolo Ermini "In mano di Mario". Notizie inedite e nuovi argomenti per Ambrogio Lorenzetti e gli orafi senesi del Trecento
vai all'articolo » Pag. 104-121
Marco Tanzi I due tondi mancanti: Romanino a Padova e L'Edípeo enciclopedico
vai all'articolo » Pag. 122-131
Paola Coniglio Aggiornmamento su Giovandomenico Mazzolo
vai all'articolo » Pag. 132-156
Marco M. Mascolo
vai all'articolo » Pag. 187-195