Sebastiano Serlio, Niccolò Tribolo e l' eredità di Baldassarre Peruzzi: l'altare dellaMadonna di Galliera a Bologna

Nel 1537-1538 lo scultore fiorentino Niccolò Tribolo è accreditato a Bologna nel complesso della Madonna di Galliera. Lo attestano le note di pagamento edite sin dal 1893 da FrancescoMalaguzziValeri, e alcune missive gonzaghesche finora trascurate. Qui l'artista, che tornava in città dopo nove anni di assenza, realizzò una monumentale pala marmorea raffigurante l''Assunzione della Vergine e i dodici Apostoli' (figg. 1-3). Tra il 1525 e il 1527 Tribolo aveva collaborato alle sculture delle porte minori di San Petronio. Latore di un moderno naturalismo tosco-romano, ricco di accenti raffaelleschi e di una monumentalità michelangiolesca, non scevra di timbri anticlassici Tribolo, nel cantiere petroniano, aveva condiviso il ruolo di riformatore dello stile locale con gli emergenti Alfonso Lombardi e Amico Aspertini, schierandosi in città con gliartisti impegnati nei cicli decorativi di San Michele in Bosco e San Salvatore. Tuttavia lo scultore già da quel primo soggiorno si era messo in luce sotto un patrocinio michelangiolesco. In San Petronio, con a fianco il fidato Antonio di Giovanni detto Solosmeo, egli aveva prestato il suo scalpello alla realizzazione della tomba progettata dal Buonarroti in memoria del giureconsulto Andrea Barbazza, solo parzialmente lavorata.
(per continuare a leggare acquista l'articolo)

Indice

Licia Luschi Un gruppo di Teseo con il Minotauro dall'Albanum Domitiani. Origine e dispersione delle antichità Barberini
vai all'articolo » pag. 2-24
Fiorella Sricchia Santoro Pittura a Napoli negli anni di Ferrante e di Alfonso duca di Calabria. Sulle tracce di Costanzo de Moysis e di Polito del Donzello
vai all'articolo » pag. 25-107
Irene Sbrilli Sante d'Apollonio del Celandro e Pinturicchio nella bottega di Bartolomeo Caporali
vai all'articolo » pag. 110-131
Gabriele Fattorini Lorenzo Marrina, Domenico Beccafumi e il monumento funebre del rettore Giovanni Battista Tondi per la chiesa dell'ospedale di Santa Maria della Scala a Siena
vai all'articolo » pag. 132-159
Philippa Jackson Documenti sulla famiglia di Domenico Beccafumi
vai all'articolo » pag. 160-162
Federica Carta La cappella Panciatichi in Notre-Dame de Confort a Lione
vai all'articolo » pag. 163-172
Alessandra Giannotti Sebastiano Serlio, Niccolò Tribolo e l' eredità di Baldassarre Peruzzi: l'altare dellaMadonna di Galliera a Bologna
vai all'articolo » pag. 174-196