Un piccolo risarcimento per Giovanni di Pietro da Pisa

Giovanni di Pietro è uno dei maestri di origine pisana che nel primo Quattrocento svilupparono la loro attività a Genova,
dove appare documentato tra il 1401 e il 1423. Sebbene uno "Johannes Petri de Pissis pictor" fosse già noto documentariamente a Federico Alizeri, si dovette aspettare fino al 1961 affinché Enzo Carli assegnasse a tale Giovanni di Pietro due tavole che portano la 'firma' "Johannes
de Pisis" precedentemente segnalate da Berenson (1931). Lo storico dell'arte lituano aveva segnalato nei Quadri senza
casa. Il Trecento senese quella che risulta l'opera più tarda del pittore, il polittico con la 'Madonna e il Bambino tra i Santi Giovanni Battista e Antonio Abate' oggi nello Hearst Castle di St. Simon (California), recante un'iscrizione con la sottoscrizione e la data: "JOHANNES DE PISIS
1423". La stessa 'firma', ma priva di datazione, appare nell'altra opera segnalata da Berenson: il trittico raffigurante la 'Madonna col Bambino fra i Santi Agata,
Stefano, Francesco e Cristina' (fig. 5), oggi nel Museu Nacional d'Art de Catalunya a Barcellona.

Indice

Francesco Caglioti Donatello misconosciuto: il 'San Lorenzo' per la Pieve di Borgo San Lorenzo
vai all'articolo » Pag. 2- 99
Giovanna Bianchi La Fibula di Montieri. Indagini archeologiche alla canonica di San Niccolò e la scoperta di un gioiello medievale
vai all'articolo » Pag. 100-113
Ireneu Visa Guerrero Un piccolo risarcimento per Giovanni di Pietro da Pisa
vai all'articolo » Pag.114-119
Agostino Allegri Una traccia per la fama di Bramante
vai all'articolo » Pag. 120-126
Federica Nurchis Novità Mantovane per Nicolo' Musso
vai all'articolo » Pag. 127-137
Paola D'Agostino Le 'Virtù' di Cosimo Fanzago: tre bronzetti ritrovati
vai all'articolo » Pag. 138-145
Felice Mastrangelo Una pala di Anton Domenico Gabbiani per l'abbazia di San Galgano
vai all'articolo » Pag. 146-150
Marco M. Mascolo "Una spuntatura affrettata": Arte italiana e tedesca di Roberto Longhi
vai all'articolo » Pag. 151-166
Roberto Bartalini Stile, iconografia, funzioni. A proposito di Padre e figlio di Max Seidel
vai all'articolo » Pag. 167-172
Elisabetta Cioni Padre e figlio di Max Seidl: richerche di storia sociale, il Gotico transalpino, la 'ricezione' dell'arte di Nicola e Giovanni pisani
vai all'articolo » Pag. 173-179
Giovanni Agosti Testori civile
vai all'articolo » Pag. 180-185